Seguici facebook instagram png ridimens Podcast  ridimen logo APP

 

Sergio Spuri: "Il Sassoferrato Genga merita rispetto"

Giovedì, 13 Febbraio 2020 15:51 Scritto da  Letto 377 volte
  Clicca per ascolare il testo Sergio Spuri: "Il Sassoferrato Genga merita rispetto" Attende la sfida contro il Montefano per cercare ossigeno per la propria classifica il Sassoferrato Genga, fanalino di coda del massimo campionato regionale di Eccellenza, ma al tempo stesso chiede rispetto e parità di trattamento per bocca del suo allenatore Sergio Spuri. La goccia che ha fatto traboccare il vaso il pareggio, giunto su calcio di rigore, della Vigor Senigallia nell’ultimo turno disputato, ma soprattutto un atteggiamento poco consono del direttore di gara. “Nei due mesi in cui sono seduto sulla panchina del Sassoferrato Genga – esordisce mister Spuri – non ho mai voluto parlare cercando di badare alle prestazioni della mia squadra, ma devo dire che siamo stati tartassati dagli arbitri. Credo sia giunto il momento di parlare perché, come è giusto che sia, vogliamo essere trattati come tutti gli altri”. Non sono i singoli episodi quelli che mister Spuri contesta, ma appunto l’atteggiamento di chi la domenica scende in campo per dirigere una partita. “Tutti possono sbagliare, ma determinati atteggiamenti non possono essere accettati. Quello che chiediamo è correttezza e dialogo, che però molto spesso non viene accettato da questi ragazzi che, invece, rispondono con arroganza e qualche volta anche con maleducazione. Intendo rimarcare ciò perché il sacrificio che tutti mettono in campo merita assolutamente rispetto”.
Sergio Spuri: "Il Sassoferrato Genga merita rispetto"

 

Attende la sfida contro il Montefano per cercare ossigeno per la propria classifica il Sassoferrato Genga, fanalino di coda del massimo campionato regionale di Eccellenza, ma al tempo stesso chiede rispetto e parità di trattamento per bocca del suo allenatore Sergio Spuri. La goccia che ha fatto traboccare il vaso il pareggio, giunto su calcio di rigore, della Vigor Senigallia nell’ultimo turno disputato, ma soprattutto un atteggiamento poco consono del direttore di gara. “Nei due mesi in cui sono seduto sulla panchina del Sassoferrato Genga – esordisce mister Spuri – non ho mai voluto parlare cercando di badare alle prestazioni della mia squadra, ma devo dire che siamo stati tartassati dagli arbitri. Credo sia giunto il momento di parlare perché, come è giusto che sia, vogliamo essere trattati come tutti gli altri”. Non sono i singoli episodi quelli che mister Spuri contesta, ma appunto l’atteggiamento di chi la domenica scende in campo per dirigere una partita. “Tutti possono sbagliare, ma determinati atteggiamenti non possono essere accettati. Quello che chiediamo è correttezza e dialogo, che però molto spesso non viene accettato da questi ragazzi che, invece, rispondono con arroganza e qualche volta anche con maleducazione. Intendo rimarcare ciò perché il sacrificio che tutti mettono in campo merita assolutamente rispetto”.


 

ASCOLTA LA DIRETTA2

Atalanta Camp 2020

1 2 pag RINNOVA abbonamento

newtec nuovo

Notizie dall'Appennino Camerte - RadioC1

Coronavirus Regione Marche- Salgono a 11 i campioni positivi

Coronavirus Regione Marche- Salgono a 11 i campioni positivi
Il Gores ha comunicato che nella giornata di oggi, la Sod Virologia ha rilevato 5 tamponi positivi al Coronavirus, tutti provenienti all'Area…

RADIOC1INBLU

Indirizzo: Via Macario Muzio, 8 - 62032 Camerino (Mc)
Telefono:  0737.633180
Cellulare:  335.5367709
E-mail:  radioc1inblu@gmail.com

 ASCOLTA LA DIRETTA2

Clicca per ascolare il testo