Calcio, i "comandamenti" di Vincenzo Variale

Mercoledì, 12 Giugno 2019 13:53 Scritto da  Letto 619 volte
  Clicca per ascolare il testo Calcio, i "comandamenti" di Vincenzo Variale Ha vissuto le ultime due stagioni al settore giovanile del Matelica, allenando prima gli Allievi regionali poi la Juniores nazionale, mister Vincenzo Variale che non fa più parte, però, dello staff tecnico biancorosso. “Porterò sempre nel cuore i miei ragazzi perché hanno saputo lasciarmi emozioni uniche – le parole di mister Variale – prima di tutto sotto il profilo umano e poi per quanto hanno saputo mettere in campo. Vorrei, poi, ringraziare il presidente Mauro Canil, che mi ha dato la possibilità di lavorare in una grande società, il direttore Alberto Virgili, i miei collaboratori e tutti coloro che mi sono stati vicini. Non posso che essere contento di aver fatto parte di questa famiglia”. Una filosofia particolare quella adottata da mister Varriale, che ha lasciato il segno nei giovani da lui allenati. “A mio avviso- continua il tecnico – è basilare l’educazione, nello sport come nella vita. E tale aspetto è alla base del gruppo che alleno. Per quanto riguarda il metodo di lavoro ritengo, come ripeto spesso, che a calci possiamo giocare tutti, a calcio un po’ meno. Chiedo, quindi, ai ragazzi di alzare sempre l’asticella riguardo l’attenzione e l’applicazione, ciò che comporta inevitabilmente anche una crescita dal punto di vista tecnico - tattico. Riguardo alla mia filosofia cerco sempre di far giocare le mie squadre attraverso l’organizzazione che, anche in deficit di qualità e, quindi, di maggior margine di errore, alla fine consente di ottenere il risultato. Una filosofia che in quasi 10 anni di lavoro nel settore giovanile ha prodotto spesso risultati. Il divertimento, anche dei ragazzi, si ottiene sapendo giocare a calcio e facendo divertire anche coloro che assistono alle partite”. Educazione e sacrificio, dunque, sono gli ingredienti principali su cui mister Variale basa il proprio lavoro. “Senza questi non si va da nessuna parte – il suo parere – Purtroppo viviamo in una società nella quale i figli sono troppo viziati dai genitori, sembra che tutto sia loro dovuto. Il calcio, come del resto la vita, richiede invece sacrificio e solo attraverso questo si possono ottenere risultati”. E proprio laspetto educativo in campo e fuori, più volte sottolineato da mister Variale, è valso al tecnico, ed anche ai giocatori, il premio fair play al recente Trofeo dei Comuni di Morrovalle e Monte San Giusto, che si è svolto sui campi di Villa San Filippo, San  Claudio e Trodica, nel quale il Matelica si è classificato al secondo posto cedendo in finale alla Fermana. Allenando i giovani si hanno, gioco forza, rapporti con i genitori. Cosa pensa al riguardo? “Fortunatamente nella mia esperienza- conclude Variale – ho sempre avuto direttori che mi hanno sempre consigliato di mantenere le distanze con i genitori. Un progetto che ho sempre sposato in pieno”.   La squadra juniores del Matelica che ha partecipato al torneo di Trodica    I giovani del Matelica nella foto ricordo dopo la premiazione
Calcio, i "comandamenti" di Vincenzo Variale

 

Ha vissuto le ultime due stagioni al settore giovanile del Matelica, allenando prima gli Allievi regionali poi la Juniores nazionale, mister Vincenzo Variale che non fa più parte, però, dello staff tecnico biancorosso. “Porterò sempre nel cuore i miei ragazzi perché hanno saputo lasciarmi emozioni uniche – le parole di mister Variale – prima di tutto sotto il profilo umano e poi per quanto hanno saputo mettere in campo. Vorrei, poi, ringraziare il presidente Mauro Canil, che mi ha dato la possibilità di lavorare in una grande società, il direttore Alberto Virgili, i miei collaboratori e tutti coloro che mi sono stati vicini. Non posso che essere contento di aver fatto parte di questa famiglia”.

Una filosofia particolare quella adottata da mister Varriale, che ha lasciato il segno nei giovani da lui allenati. “A mio avviso- continua il tecnico – è basilare l’educazione, nello sport come nella vita.

E tale aspetto è alla base del gruppo che alleno. Per quanto riguarda il metodo di lavoro ritengo, come ripeto spesso, che a calci possiamo giocare tutti, a calcio un po’ meno.

Chiedo, quindi, ai ragazzi di alzare sempre l’asticella riguardo l’attenzione e l’applicazione, ciò che comporta inevitabilmente anche una crescita dal punto di vista tecnico - tattico.

Riguardo alla mia filosofia cerco sempre di far giocare le mie squadre attraverso l’organizzazione che, anche in deficit di qualità e, quindi, di maggior margine di errore, alla fine consente di ottenere il risultato. Una filosofia che in quasi 10 anni di lavoro nel settore giovanile ha prodotto spesso risultati. Il divertimento, anche dei ragazzi, si ottiene sapendo giocare a calcio e facendo divertire anche coloro che assistono alle partite”.

Educazione e sacrificio, dunque, sono gli ingredienti principali su cui mister Variale basa il proprio lavoro. “Senza questi non si va da nessuna parte – il suo parere – Purtroppo viviamo in una società nella quale i figli sono troppo viziati dai genitori, sembra che tutto sia loro dovuto.

Il calcio, come del resto la vita, richiede invece sacrificio e solo attraverso questo si possono ottenere risultati”. E proprio l'aspetto educativo in campo e fuori, più volte sottolineato da mister Variale, è valso al tecnico, ed anche ai giocatori, il premio fair play al recente Trofeo dei Comuni di Morrovalle e Monte San 
Giusto", che si è svolto sui campi di Villa San Filippo, San  Claudio e Trodica, nel quale il Matelica si è classificato al secondo posto cedendo in finale alla Fermana.

Allenando i giovani si hanno, gioco forza, rapporti con i genitori. Cosa pensa al riguardo? “Fortunatamente nella mia esperienza- conclude Variale – ho sempre avuto direttori che mi hanno sempre consigliato di mantenere le distanze con i genitori. Un progetto che ho sempre sposato in pieno”.

 

La squadra juniores del Matelica che ha partecipato al torneo di Trodica 

Matelica finale a Trodica foto piccola

 

I giovani del Matelica nella foto ricordo dopo la premiazione

Matelica Juniores foto squadra dopo la premiazione piccola


6x3 pubbl rinnovabile 2019 ridotto

radioc1 on air

Notizie dall'Appennino Camerte - RadioC1

Muccia ha la sua nuova scuola. "Grazie, Andrea Bocelli"

Muccia ha la sua nuova scuola.
La nuova scuola a poche decine di metri dalla zona rossa di Muccia. Andrea Bocelli ha dimostrato ancora una volta che volere…

 

RADIOC1INBLU

Indirizzo: P.za Cavour, 8 - 62032 Camerino (Mc)
Telefono: +39.0737.633180
Cellulare: +39.335.5367709
E-mail: radioc1inblu@gmail.com

Ascolta RadioC1 On Air

 

 

 

Clicca per ascolare il testo